Visita la Toscana!

La Toscana offre le seguenti tipologie di soggiorno:

  • Citt√† 99% 99%
  • Mare 50% 50%
  • Montagna 20% 20%
  • Campagna 99% 99%
  • Borghi 99% 99%
  • Laghi 20% 20%

Una delle Regioni italiane pi√Ļ amate dai turisti, avendo mare, montagna, campagna, terme, arte e tante testimonianze storiche ed enogastronomiche. Nel paesaggio marino sono comprese sette isole-gioiello (Elba, Isola del Giglio, Montecristo, Capraia, Pianosa, Giannutri e Gorgona), oltre che dalle spiagge dell‚Äôintera riviera toscana. Le collinari degradanti verso le colline, le valli del Chianti ed il mare. Montecatini, Chianciano, Bagni di Lucca, Saturnia e San Giuliano sono la grande rete di acque termali. La Toscana √® stata la Culla del Rinascimento italiano. La sua citt√† metropolitana Firenze √® Patrimonio della Umanit√† UNESCO. Mentre le citt√† di Lucca, Livorno, Siena, Arezzo, Pisa, oltre vari borghi minori, sono il fascino del medioevo. L‚Äôaeroporto principale della Toscana √® il Galileo Galilei di Pisa, che collega Pisa e Firenze con le principali citt√† europee. Per i voli charter, √® molto utilizzato l‚Äôaeroporto di Grosseto, dove giungono turisti diretti all‚ÄôIsola d‚ÄôElba, Siena, Arezzo, Lucca e Massa. In treno, invece, Firenze √® collegata alla linea dell‚ÄôAlta Velocit√† (che collega Milano con Napoli). Il 70% circa della Toscana √® montuosa, collinare e pianeggiante; mentre il 30% circa √® agricola e costiera.¬† Come in tutta Italia, anche qui ogni provincia vanta tradizioni, feste, sagre e manifestazioni tipiche, come i numerosi carnevali , tra cui spicca quello di Viareggio. Altre¬† manifestazioni famose sono il Palio di Siena, che si svolge due volte l‚Äôanno, il 2 luglio e il 16 agosto, con la partecipazione delle contrade (cio√® quartieri). Questa Regione √® piena di multiformi meraviglie artistiche, storiche, culturali e monumentali, con un affascinante paesaggio e la bellissima arte , storia, architettura, monumentali e museali. La Toscana √® anche famosa per la sua cucina, il pane scipito e la bistecca alla fiorentina, pesce e stoccafisso. In In questa Regione ci sono molti locali alla moda, birrerie, pub, discoteche piene di giovani. Firenze, il capoluogo della Toscana. Nella stagione estiva, il polo mondano si riversa in Versilia, piena di discoteche sul lungomare.

Come arrivare

IN AUTO¬†‚ÄstLe autostrade¬†sono tre :¬†A1 Milano-Napoli, che collega nord e sud dell‚ÄôItalia con tutti i Paesi d‚ÄôEuropa;¬†A12 Genova-Livorno,¬†che segue la costa tirrenica trasformandosi in superstrada per arrivare a Roma;¬†A11 Firenze Mare¬†e la¬†Superstrada Firenze-Pisa-Livorno¬†che collegano altre citt√† toscane.
IN TRENO¬†‚ÄstLungo le linee Genova-Pisa-Roma e Bologna-Firenze-Roma transitano i treni nazionali e internazionali che portano in tutta Europa, lungo¬†13 linee e¬†130 convogli ,portando a destinazione circa 110 mila persone.
IN AEREO¬†‚ÄstIn Toscana sono presenti due¬†scali aeroportuali¬†che collegano la regione con tutto il mondo : Aeroporto Galilei di Pisa ; Aeroporto Vespucci di Firenze
IN NAVE¬†‚ÄstI¬†Porti toscani sono quattro:¬†Livorno,¬†Piombino,¬†Porto Santo Stefano¬†e¬†Portoferraio. Quello di¬†Livorno¬†√® destinazione di crociere ed √® collegato con i principali porti italiani ed internazionali.

Dai un’occhiata alla nostra gallery.

Firenze (Toscana, Italia)

Visuale dall'alto, Firenze (Toscana, Italia)

Ercole e il centauro Nesso (Toscana, Italia)

Basilica Santa Croce (Toscana, Italia)

Volterra (Toscana, Italia)

Torre pendente, Pisa (Toscana, Italia)

Piazza del Campo, Siena (Toscana, Italia)

Interno Cattedrale di Siena (Toscana, Italia)

Interno Cattedrale di Siena (Toscana, Italia)

Lucca (Toscana, Italia)

Visita: "Città"
FIRENZE¬†–¬†√® tra le citt√† italiane pi√Ļ interessanti e conosciuta nel Mondo come il centro dove √® nato il Rinascimento. Il centro storico √® ricco di monumenti e palazzi storici. La citt√† √®¬† visitata da molti milioni di turisti ogni anno. Capoluogo della¬†Toscana¬†e centro della¬†citt√† metropolitana¬†ha circa 1 011 349 abitanti,¬†ottavo comune italiano per popolazione¬†e¬†primo¬†della¬†Toscana. Nel¬†Medioevo¬†√® stata un importante centro artistico, culturale, commerciale, politico, economico e finanziario; ricoprendo il ruolo di capitale del¬†Granducato di Toscana che divenne uno degli stati pi√Ļ ricchi e moderni. Nel¬†1865¬†fu proclamata per circa 6 anni capitale del¬†Regno d‚ÄôItalia¬†.¬†Importante centro universitario e¬†patrimonio dell‚Äôumanit√†¬†UNESCO¬†dal¬†1982, √® il luogo d‚Äôorigine del¬†Rinascimento¬†, periodo di cambiamento e ‚Äúrinascita‚ÄĚ culturale e scientifica¬† e della¬†lingua italiana¬†nella letteratura. √ą una delle culle dell‚Äôarte¬†e dell‚Äôarchitettura, nonch√© una delle pi√Ļ belle citt√† del mondo, con numerosi monumenti e musei tra cui il¬†Duomo,¬†Santa Croce,¬†Santa Maria Novella, gli¬†Uffizi,¬†Ponte Vecchio,¬†Piazza della Signoria,¬†Palazzo Vecchio¬†e¬†Palazzo Pitti. Di inestimabile valore i lasciti artistici, letterari e scientifici di geni del passato come¬†Petrarca,¬†¬†Boccaccio,¬†¬†Michelangelo,¬†Giotto,¬†Cimabue,¬†Botticelli,¬† ¬†Leonardo da Vinci,¬†Machiavelli,¬†Galileo Galilei¬†e¬†Dante Alighieri, che hanno dato luogo alla pi√Ļ alta concentrazione di opere d‚Äôarte al mondo. Tale patrimonio storico-artistico, scientifico, naturalistico e paesaggistico rendono il centro e le colline circostanti un vero e proprio ‚Äúmuseo diffuso‚ÄĚ.
 

Ti interessa questo tipo di soggiorno? Qui trovi le soluzioni disponibili per Firenze.

Visita: "Mare"

ISOLA D’ELBA – I numerosi popoli che nei secoli hanno occupato l‚Äôisola, attratti dalla bellezza di questa terra a tratti pianeggiante ‚Äď collinare e montuosa, hanno lasciato numerosi segni ancora visibili della loro presenza, soprattutto visibile nei nuraghe e i fittili. I primi insediamenti di colonie abitate, hanno origini greche. La sabbia fine e il mare smeraldo, che si trovano nelle due localit√† di La Pila ed a Seccheto, scelte per il turismo sofisticato e riservato. Altre spiagge meravigliose e con sabbia quasi bianca sono Cavoli e Fetovaia, oppure le baie di Galenzana e Fonza. Molti sono i caratteristici e richiesti numerosi borghi medievali. L‚ÄôIsola d‚ÄôElba √®, ovviamente, raggiungibile via mare (anche con la propria auto se si desidera), ma anche da voli provenienti dalle principali citt√† europee, essendovi un aeroporto nel Comune di Campo dell‚ÄôElba.

Altra localit√† stupenda dell‚ÄôIsola d‚ÄôElba √® Capoliveri, Comune di circa 4.000 abitanti. Essa si estende dal mare al laghetto di Sassi Neri ed al Monte Calamita. Nei secoli scorsi il Comune fu oggetto di numerose conquiste da parte di Paesi non italiani. Dopo l‚Äôunit√† d‚ÄôItalia il paese, ritrovata la pace, si dedic√≤ al turismo, diventando oggi una delle mete pi√Ļ importanti d‚ÄôItalia.

Gli altri Comuni dell‚ÄôIsola sono : Campo nell’Elba. Marciana ; Marciana Marina ; Portoferraio; Rio nell’Elba ; Rio Marina ; Porto Azzurro. Il Comune pi√Ļ grande √® Portoferraio con 12.000 abitanti, mentre il pi√Ļ piccolo √® Marciana Marina. Tutti sono paesaggisticamente molto interessanti e,quindi, dediti al turismo con molto successo.

 

Di fronte all‚ÄôIsola d‚ÄôElba vi √® l‚Äôisola incontaminata di Pianosa, la cui area marina √® protetta. Sull‚Äôisola si scorgono le due costruzioni di Forte Teglia e Palazzo della Specola, entrambe destinate nell‚Äô800 a prigioni ed a controllare l‚Äôisola da eventuali attacchi esterni. Pi√Ļ in l√† si scorge anche l‚Äôisolotto Scola, abitato prevalentemente da volatili, che qui vengono a nidificare.

Ti interessa questo tipo di soggiorno? Qui trovi le soluzioni disponibili per “Mare” in Toscana.

Visita: "Campagna"

La Campagna Toscana, come tutta l’Italia, è piena di posti da visitare fuori dalle rotte turistiche ma, tra le verdi colline, i filari d’uva e gli uliveti, si scorgono tanti magnifici borghi meno conosciuti.Tra questi, alcuni qui riportati, eccellono per la loro semplice e gradevole bellezza.

ORCIATICO РOrciatico è del XII secolo. Già dal 1313, con gli statuti pisani, fu riconosciuto libero comune e assegnato ai castelli di Lajatico e Pava. Fino al 1776 rimase libero comune, per essere poi annesso al vicino comune di Lajatico.

La chiesa parrocchiale di Orciatico fu eretta agli inizi del XVI secolo in aggiunta ad un‚Äôaltra molto pi√Ļ antica interna al castello. Al suo interno si pu√≤ ammirare l‚Äôaltare maggiore in pietra. Un pregevole crocefisso in legno decorato del XVII secolo.

Nel nucleo pi√Ļ antico del paese, dove sorgeva il castello del XII secolo, alcuni anni fa √® stata restaurata una delle torri dell‚Äôantico complesso. E‚Äô stata poi rinvenuta una pietra con sopra incisa la data 652, poi collocata sulla facciata principale della costruzione.

La complessità e l’abilità dei lavori con cui sono stati eseguiti questi recuperi archeologici hanno restituito al borgo quel fascino di poesia e di antico caratteristici della vecchia tradizione toscana.

A Sud di Orciatico si trovano i ruderi di due mulini a vento. Il primo, risalente alla seconda metà del XVII secolo, il secondo è stato edificato nel 1761.

Proseguendo sulla stessa strada, dopo i mulini a vento, è situato un osservatorio astronomico (segnalato) gestito da università e associazioni astrofile.

L’osservatorio si trova a 500 metri di altezza, in una zona protetta dall’inquinamento luminoso. Le attività che vi si svolgono sono prevalentemente di ricerca astronomica.

Ti interessa questo tipo di soggiorno? Qui trovi le soluzioni disponibili per “Orciatico” in Toscana.

 

CHIANNI РIl Paesaggio della Valdera è caratterizzato da dolci colline intervallate da modesti corsi d’acqua e il risultato dell’intensa attività agricola presente fin dall’antichità

Qui la natura e le mani dell’uomo si sono unite per la conservazione di un paesaggio straordinario. Il territorio conserva in gran parte le proprie origini contadine: la campagna è lavorata con cura, con gli alberi da frutta che imperano in pianura, le colline arabescate da oliveti e filari di viti, le numerose aziende agricole che producono vino, olio, frutta, ma anche grano e girasole. I tipici casolari toscani, con i loro grigio ed ocra, spesso accompagnati dal caratteristico duplice filare di cipressi, si adagiano sui crinali di colline sapientemente coltivate e intervallate da habitat naturalistici ricchi di fauna selvatica, da pinete e boschi secolari che con il variare delle stagioni caratterizzano il panorama con effetti suggestivi.

Un territorio agreste e molto variegato dove chi ama la natura può scoprire divertenti percorsi trekking, fare escursioni a cavallo o in bicicletta sulle strade panoramiche che si snodano tra i poderi e attraverso paesini incastonati tra ciliegi, castagni, viti e olivi e borghi ricchi di testimonianze storiche, alla scoperta di antiche pievi il cui territorio è ricco o di opere d’arte antiche e moderne.

 

Ti interessa questo tipo di soggiorno? Qui trovi le soluzioni disponibili per Chianni in Toscana.

 

RADICOFANI Рin val d’Orcia, è un grazioso paese di origine medioevale in provincia di Siena, formatosi verso la fine del primo millennio attorno al suo castello su un poggio a quasi 900 metri s.l.m.

La Rocca fu un¬†possedimento dei monaci, cio√® dello Stato Pontificio,¬†ritenuta importante per la sua posizione strategica sull’antica¬†via Francigena. Per secoli¬†fu una delle piazzeforti pi√Ļ importanti d’Italia, controllando il confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Diversi gli edifici medioevali del borgo, tra cui il¬†Palazzo Pretorio, la chiesa parrocchiale duecentesca di S. Pietro Apostolo e la chiesa di Sant‚ÄôAgata, patrona di Radicofani, uno dei borghi pi√Ļ suggestivi della Val d‚ÄôOrcia,¬†patrimonio Unesco.

La sua Rocca è circondata da un boschetto di pini dove si nascondono tra la vegetazione archi, volte e pozzi medioevali.

Il palazzo Pretorio ha numerosi stemmi antichi in pietra, mentre il Palazzo della Posta è una bella villa medicea sorta come casa di caccia dell’imperatore Ferdinando I.

Radicofani è anche la città delle antiche fontane sparse nel centro abitato. Poco fuori dal paese c’è l’antico abitato di Contignano, formato dal castello medioevale con due porte d’accesso, il torrione, il cassero e da un borgo esterno alle mura. Una bella piazza con un pozzo dove si affaccia un palazzo nobiliare quattrocentesco e la torre del cassero; nel borgo c’è la Cappella di San Rocco e un edificio signorile appartenuto in passato ad una famiglia nobiliare ed ad un Ordine monastico.

 

Numerose le manifestazioni che si organizzano a Radicofani, tra cui “Piaceri d’estate”, evento di valorizzazione dei prodotti enogastronomici ed artigianali del territorio, la¬†“Sagra del raviolo”, un appuntamento particolarmente sentito dalla popolazione locale e la ‚ÄúVeglia della Francigena‚ÄĚ.

 

Ti interessa questo tipo di soggiorno? Qui trovi le soluzioni disponibili per Radicofani in Toscana.

I Migliori piatti locali.

1

Pappardelle al cinghiale

Le pappardelle al cinghiale sono uno dei primi piatti¬†pi√Ļ gustosi e ricercati della tradizione toscana. La preparazione del sugo √® molto lunga perch√© inizia mettendo a spurgare per una notte intera la polpa di cinghiale (in modo da far rilasciare i sentori acri selvatici).

La mattina, la polpa viene messa a marinare nel vino rosso (Chianti Classico o toscano) con sedano, carota, cipolla, aglio, bacche di ginepro e grani di pepe. Viene tagliata in piccoli pezzi e messa a cuocere in una pentola su una base di soffritto. Le pappardelle (pasta) sono ovviamente un ingrediente importante, e devono essere cotte al dente.

E‚Äô molto famosa anche la versione delle Pappardelle o Tagliatelle al ‚Äúsugo di lepre‚ÄĚ.

2

Ribollita

La¬†Ribollita¬†√® uno dei piatti invernali¬†pi√Ļ popolari¬†in Toscana. Una¬†zuppa che sembra essere nata per il¬†perfetto vegano¬†: ) un mix di¬†diversi tipi di cavolo, fagioli, cipolla, carote.

Il nome¬†‚Äúribollita‚Ä̬†deriva dal fatto che un tempo venivano preparate grandi quantit√† di questa zuppa, soprattutto il venerd√¨ (giorno di digiuno di carne)¬†che quindi veniva fatta¬†ribollire nei giorni seguenti, per pi√Ļ volte. Viene preparata in inverno perch√© l‚Äôingrediente principale, il¬†cavolo nero¬†cresce solo nei mesi invernali.

3

Bistecca alla Fiorentina

La bistecca alla fiorentina¬†√® un taglio di carne di vitellone o di scottona che, unito alla specifica preparazione, ne fa uno dei piatti pi√Ļ conosciuti della cucina toscana. Si tratta di un taglio alto comprensivo dell’osso, da cuocersi sulla brace o sulla griglia, con grado di cottura “al sangue”.

Articoli correlati alla Toscana.

Download document

Enter your email before downloading this document

Confrontare