La campagna pugliese

La campagna pugliese

La campagna

L‘Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, cioè l’UNESCO visita e riconosce tutti i patrimoni dell’uomo o della natura dichiarandoli, se ve ne sono le caratteristiche: patrimonio dell’umanità.

La Puglia è una regione piena di bellezze che, se protette, riescono a sopravvivere al passare del tempo. Ben 4 dei tesori di questa Regione sono stati inseriti nei siti mondiali, meritando una particolare salvaguardia.

Castel Del Monte

(Patrimonio UNESCO dal 1996): Il castello di Andria, costruito per volere dell’imperatore Federico II, che non ha certo bisogno di presentazioni, è caratterizzato dalla sua particolare forma ottagonale ( unico monumento italiano che fu raffigurato sulle monete dell’Euro).

Quest’opera possiede un valore universale eccezionale per la perfezione delle sue forme, l’armonia e la fusione di elementi culturali venuti sia dal Nord dell’Europa, che dal mondo Musulmano e dall’ antichità classica. È un capolavoro che riflette l’umanesimo del suo fondatore: Federico II di Svevia.”

Castel del Monte
Trulli di Alberobello

Trulli Di Alberobello

Assolutamente uniche e caratteristiche costruzioni in muratura a secco conosciute in tutto il mondo sono i Trulli, inseriti nel prestigioso elenco nello stesso anno di Castel del Monte.

Queste costruzioni, nate come ripari temporanei o abitazioni di piccoli proprietari terrieri o lavoratori agricoli, sono particolarmente presenti ad Alberobello e nella Valle D’Itria. Sono in pietra calcarea estratta durante gli scavi per la realizzazione di qualche cisterna idrica sotterranea.

Tali pietre, che hanno forma piatta e larga, sono poste l’una sul’altra ed tetti a doppio strato presentano, inoltre, un rivestimento interno a volta in pietre di forma conica con la punta verso l’alto. Tale cono ha l’esterno impermeabile, in modo da non essere penetrato dall’acqua piovana.

Santuario Di San Michele Arcangelo

Nel cuore di Monte Sant’Angelo, sulle pendici del Gargano, è nascosto questo santuario (più importanti di tutta la Puglia), meta di pellegrinaggi di fedeli provenienti da tutto il mondo, tanto da essere stato inserito nella lista UNESCO nel 2011.

La Grotta di San Michele Arcangelo è accessibile grazie a una struttura sovrastante risalente a periodi che oscillano tra il 1200 e il 1800 ed è dedicata a uno dei santi più rilevanti dei due Testamenti.

L’origine e la dedica dell’intera struttura è legata alle varie narrazioni che vogliono come il santo sia qui apparso quattro volte, rendendolo suo luogo prediletto.

Santuario San Michele Arcangelo
Foresta Umbra

Riserva Naturale Della Foresta Umbra

Recentissimo è l’ingresso della Foresta Umbra nel Patrimonio UNESCO, cioè nel 2017.

Quest’area verde si estende per oltre 10.000 ettari, nel cuore del Promontorio del Gargano, è un luogo di straordinario valore arboreo e di incredibile bellezza, che arriva sino ad 850 metri di altitudine e che offre una grande varietà di flora e fauna che popolano l’intera superficie.

Questa foresta rappresenta ciò che resta del primitivo ambiente garganico e, perciò deve essere tutelato.

L’origine del suo nome ha una duplice spiegazione: potrebbe derivare da antiche popolazioni umbre che abitavano quest’area o, in alternativa, l’ipotesi più probabile è riferita al fatto che i rigogliosi alberi di latifoglie che qui crescono creano zone d’ombra molto fitte, di cui si può approfittare in estate per allontanare un po’ la calura estiva.

Confrontare

Enter your keyword