Il mare in Puglia

Il mare in Puglia

Il mare

Gallipoli

È una cittadina sulla costa pugliese, in provincia di Lecce. Il centro storico, situato su un’isola al largo, ospita luoghi di culto come la Cattedrale di Sant’Agata, con la sua facciata riccamente decorata. Poco distante, la Chiesa di Santa Maria della Purità presenta un pavimento in maiolica.

Da non perdere una visita al famoso Castello Angioino di Gallipoli, la Torre del Rivellino è indipendente dall’edificio principale. Dall’altra parte del ponte, sulla terraferma, si trova la Fontana Greca, risalente al Rinascimento. Da alcuni anni Gallipoli è diventata, essenzialmente, la città dei giovani, grazie alle numerose discoteche, ritrovi per mangiare o bere in compagnia, ecc. La spiaggia è quella della Purità.

Gallipoli

Gargano

La Penisola compresa nella Puglia . Essa comprende il lago di Varano, che è nella sua area settentrionale, in provincia di Foggia, e bagna i comuni di Cagnano Varano, di Carpino ed Ischitella.

Questo lago è il più grande specchio d’acqua costiero d’Italia ed anche il più esteso del Sud. La sua larghezza supera i 10 Km. ed è posizionato tra la punta su cui sorge Rodi Garganico e il monte d’Elio.

Il lago ha un ruolo centrale nell’economia dell’area, sia per la pesca (la sua acqua è salata) che per il turismo, che lì è in grande ascesa. Il lato nord del lago è separato dal mare attraverso una sottilissima striscia di terra di 8 Km. e larga 1 km.

È profondo oltre i cinque metri e comunica col mare a mezzo due canali, ma viene anche alimentato di acqua dolce da alcune sorgenti sotterranee. Sull’isola c’è la Riserva naturale statale dell’isola di Varano ed è parte del Parco Nazionale del Gargano.

Lago ed isola sono caratterizzati dalla incredibile biodiversità della vegetazione fitta e variegata, con salici piangenti, eucalipti, i pini marittimi e le ninfee a pelo d’acqua. Anche la fauna è molto varie, tra i molti volatili, che si incontrano lungo le rive del lago. Intorno al lago vi sono bei borghi come Cagnano Varano, di circa 7.000 abitanti e sito su un colle che domina il lago, oltre ad antichi reperti di mura e di edifici religiosi.

Ischitella, invece, è un piccolo ma noto Comune interno del Parco Nazionale del Gargano, ad oltre 300m. sul livello del mare, da si ammira il lago di Varano ed il mare Adriatico. La parte più antica di questo borgo ha vicoli stretti e case bianche e basse, addossate tra loro. In questo paese vi sono numerosi edifici storici, oltre il convento di San Francesco, la chiesa di Sant’Eustachio e la splendida chiesa della SS. Annunziata del X secolo dopo Cristo.

Ischitella, da alcuni decenni è meta preferita della Puglia. Per concludere la visita al Gargano, non si può non visitare Carpino, Comune di circa 4.000 abitanti ed edifici di grande valore storico-religioso. Questa cittadina è anche nota per il Festival della kermesse musicale folk dedicata alla musica popolare. Anche a Carpino non mancano edifici: visitate le chiese di San Cirillo e di San Nicola di Mira.

È inutile, però, chiudere il discorso sul Gargano senza menzionale le bellissimi e stranote località di Rodi, Peschici e Vieste, di cui tutto il Mondo conosce le qualità e le bellezze. Ovviamente, questa Penisola è piena di spiagge più belle del Gargano, Rodi, Peschici, Vieste

Gargano

Mattinata

Bella località grazie anche alle acque cristalline del mare. In una distesa di uliveti, mandorli e fichi d’india degradanti verso il mare, sorge il bianchissimo paese di Mattinata. Derivata dall’antica Matinum, è edificata a strati e gradoni ricavati dalla roccia su due colline, Castellacelo e Coppa della Madonna.

La circondano il Monte Sacro, noto nell’antichità come Monte Dodoneo, ed il Monte Saraceno dove è possibile vedere i resti di una necropoli dell’età dei bronzo.

Sul porto turistico sono visibili i resti di una antica villa romana e sul Monte Sacro i resti dell’abbazia della SS. Trinità.

Mattinata può vantare una delle più belle spiagge del Gargano: chilometri di ciottoli levigati da un mare cristallino da dove partire in barca per visitare le numerose grotte, cale e spiaggette accessibili solo dal mare.

I Faraglioni di Baia delle Zagare, la spiaggia di Vignanotica e quella di Mattinatella sono meraviglie della natura. La bellezza del luogo, l’ospitalità dei suoi abitanti e le moderne strutture turistiche fanno di Mattinata una delle mete turistiche più apprezzate in Italia. Meta ideale non solo per gli amanti del mare ma anche per i buongustai che potranno deliziare i loro palati con l’ottima cucina garganica, fortemente legata alle tradizioni locali.

Mattinata

Peschici

Peschici : è un Comune di circa 5.000 abitanti della provincia di Foggia. Rientra nel Parco Nazionale del Gargano.

È una località balneare e, per la purezza delle sue acque marine, è stata più volte premiata della Bandiera Blu dalla Foundation for Environmental Education. Sorge su una rupe a picco sul mare ed è molto apprezzata dai turisti in vacanza sul Gargano. Conserva ancora l’influsso della sua origine moresca ed il ricordo di dominazioni arabe.

È caratterizzata da grotte scavate nella roccia e antiche case bianche con tetto a cupola. Il suo centro storico è ricco di scorci suggestivi, con botteghe artigianali e numerosi locali dove gustare i piatti tipici della tradizione culinaria pugliese.

Negli stretti vicoli scavati nella roccia, o salendo le strette scale cittadine che la caratterizzano, si respira un’atmosfera il profumo del pino marittimo mescolato all’aria salmastra ed all’odore del rosmarino, o del cappero che qui nasce spontaneo.

Tra le numerose spiagge che la circondano una della più belle è la Baia di Manacora, posta sull’estrema punta della costa garganica con una splendida spiaggia di sabbia finissima incorniciata da scogli a ridosso del Parco Nazionale del Gargano.

La Baia di Peschici è rinomata per la sua spiaggia di sabbia bianca, lunga oltre un chilometri, incorniciata da grandi scogli, che la rendono un arenile tranquillo ideale per i bambini.

Dal porto di Peschici partono le escursioni in barca per visitare le grotte marine della costa e gli spostamenti in traghetto verso le Isole Tremiti. Percorrendo il tratto costiero che da Peschici va verso Vieste, è possibile ammirare le antiche torri di avvistamento e i famosi trabucchi, che sono delle piccole costruzioni in legno realizzate con pali conficcati nelle rocce e funi che trattengono una grande rete calata in acqua che servono a pescare, da cui il termine “trabocchetto”, con la quale si cattura il pesce. Tale è il sistema tradizionale di pesca ancora usato dai peschiciani.

Peschici

Vieste

È un comune italiano di 13.900 abitanti della provincia di Foggia. È nel Parco nazionale del Gargano come Peschici e ha anch’esso il mare stupendo e più volta insignito della Bandiera blu.

Meta ideale per chi ama le spiagge di sabbia dorata prossima al paese, larghe e profonde. I fondali sono in genere bassi; ottimi per i bimbi.

Il centro storico è vicino al mare. La costa del Gargano offre anche archi naturali e splendide grotte marine. I Trabucchi e le Torri Costiere, testimoniano un passato in cui il mare rappresentava solo fonte per procurarsi cibo.

Ancora si scorgono torri di avvistamento lungo la costa, che nel XVI secolo rappresentavano un mezzo di difesa dagli attacchi dei pirati. Stupendo il paesaggio rurale e la macchia mediterranea. Inoltre, non è difficile imbattersi in animali allo stato semi-brado che pascolano a pochi metri dal mare.

Un’attrattiva imperdibile è l’escursione nella grande foresta umbra. 10.000 ettari di bosco incontaminato ed animali selvatici, percorribili anche a trekking e mountain bike .Oltre alle bellezze naturali, anche il centro storico, ricco di cultura e di storia, merita interesse.

Tra le caratteristiche stradine si trova la cattedrale, col suo bel campanile a guardia della città. È presente, inoltre, il castello federiciano, dal quale si ammira il Pizzomunno, cioè un monolito calcareo, simbolo di Vieste.

Vieste

Santa Maria Di Leuca

È l’estremità del tacco d’Italia. Guardando il mare cristallino, sulla sinistra c’è il Mare Adriatico, profondo e blu, mentre sulla destra c’è il Mar Ionio, con fondale basso e verde chiaro.

La sua particolare posizione era già nota nell’antichità: Il suo nome in greco significa illuminata dal sole. Molti turisti la scelgono per trascorrervi giorni di tranquillità.

All’interno delle varie grotte lì presenti, sono stati rinvenuti reperti archeologici che testimoniano la presenza dell’uomo a Leuca sin dal Paleolitico. Sul promontorio dove sorge la bella Basilica, vi era un tempio dedicato alla Dea Minerva.

Fu l’Apostolo Pietro a cristianizzare il tempio dedicandolo alla Madonna. Questo Santuario, per i cristiani è la Porta per il Paradiso. Una lapide all’interno della Basilica indica il passaggio al Cristianesimo.

Questo promontorio è stato, quindi, da sempre importante anche perché punto obbligato del passaggio da e per l’Oriente. Si sono fermati cretesi, fenici, greci, che hanno lasciato molte iscrizioni greche, messapiche e latine dentro alcune grotte costiere.

Per secoli Santa MAria di Leuca è stata ritrovo di molti pescatori. Solo a fine 1800 naque l’interesse turistico per questa splendida insenatura: Leuca divenne residenza estiva dell’aristocrazia Salentina e Pugliese.

Qui si costruirono splendide ville in vari stili, impreziosendo il lungomare ed il paesaggio leucano. Oggi Leuca è una tra le più gettonate località in cui trascorrere le proprie vacanze in Puglia.

Santa Maria di Leuca

Otranto

È un Comune italiano di 5 892 abitanti della provincia di Lecce in Puglia posto sulla costa adriatica della penisola salentina ed è il comune più orientale d’Italia: per l’esattezza, il capo Punta Palascìa, a sud del centro abitato, è il punto geografico più a est della penisola italiana.

Un territorio pieno di spiagge caraibiche, ricco di storia, arte e cultura. In estate si moltiplica la sua popolazione per la bellezza dei posti, l’unicità del mare e l’importanza che ricopre nel turismo salentino.

Nel suo territorio rientrano anche numerose frazioni, che sono richieste mete turistiche, come Porto Badisco, Fontanelle, Serra Alimini, Frassanito, Conca Specchiulla . La strada più veloce per raggiungerla è la superstrada Lecce-Santa Maria di Leuca: seguendo le indicazioni per Otranto. Con l’aereo, è Brindisi Casale l’aeroporto di riferimento.

Salta subito all’occhio come Otranto sia una città fortificata, il cui borgo antico è racchiuso da mura difensive che non consentono l’accesso al proprio interno.

La posizione geografica ha infatti, da sempre, rappresentato un’arma a doppio taglio, un’opportunità ma anche una minaccia per la città: spesso, nel passato, teatro di invasioni mirate all’occupazione della zona, che per molto tempo ha rappresentato il centro commerciale del Salento. Da visitare, inoltre, il bel Castello Aragonese costruito a difesa della cittadina.

Otranto

Confrontare

Enter your keyword