I borghi in provincia di Bari

I borghi in provincia di Bari

Borghi in provincia di Bari

Trulli Di Alberobello

Assolutamente uniche e caratteristiche costruzioni in muratura a secco conosciute in tutto il mondo sono i Trulli, inseriti nel prestigioso elenco nello stesso anno di Castel del Monte.

Queste costruzioni, nate come ripari temporanei o abitazioni di piccoli proprietari terrieri o lavoratori agricoli, sono particolarmente presenti ad Alberobello e nella Valle D’Itria. Sono in pietra calcarea estratta durante gli scavi per la realizzazione di qualche cisterna idrica sotterranea.

Tali pietre, che hanno forma piatta e larga, sono poste l’una sul’altra ed tetti a doppio strato presentano, inoltre, un rivestimento interno a volta in pietre di forma conica con la punta verso l’alto. Tale cono ha l’esterno impermeabile, in modo da non essere penetrato dall’acqua piovana.

Trulli di Alberobello
Locorotondo
Castello di Conversano

Locorotondo

Dove la Murgia degrada, si riscontra la Valle d’Itria, un cuscinetto di verde a metà strada tra Adriatico e Jonio e su questa pianura, circondata da piccole alture, si affaccia Locorotondo. Sorge linda e silente sulla sommità di un colle che cinge gli ultimi contrafforti murgiani del Barese.

Armoniosamente tondeggiante come il toponimo stesso suggerisce, Locorotondo deve il suo nome alla morfologia assunta dal primo centro abitato, sorto attorno al mille.

Le prime casupole di un villaggio composto da agricoltori furono edificate su un altopiano attrezzato, addossate le une alle altre, a pianta circolare, quasi a voler cingere a corona quella terra strappata a boschi di querce e fragni per renderla coltivabile e fertile.

Conversano

È un Comune di 25.000 abitanti della provincia di Bari, iI cui borgo antico si distingue nettamente ed in esso sono ubicati il Castello, la Cattedrale, l’ex monastero di San Benedetto ed altre chiese medievali.

Di epoca pre-romana, divenne sede di una estesa contea sulla parte centro-meridionale della Puglia. Importante diocesi e centro religioso sin dal Medioevo, la cittadina è oggi sede della diocesi di Monopoli-Conversano. Sorge su una collina a 200 m.s.l.m. con un panorama che giunge sino al Mare Adriatico.

Confina con Castellana Grotte (dove vi sono bellissime grotte carsiche. Il suo Castello sorge sul punto più alto della collina su cui sorge, in posizione tale da dominare l’intero territorio fino al mare e delimita un’ampia piazza da sempre fulcro della vita cittadina. Di esso si apprezza l’aspetto inespugnabile.

È stato residenza dei conti di Conversano per quasi sette secoli. Oltre al castello si notano costruzioni di Torri, chiese e varie opere difensive medievali.

Molti sono i musei, le pinacoteche e le biblioteche. Vi è, inoltre, qui un’antica tradizione musicale, con un’apprezzata scuola bandistica a cui si affianca la “Grande Orchestra di Fiati Gioacchino Ligonzo”. Il Borgo è molto bello ed accogliente, sia per una visita fugace, che per un soggiorno almeno settimanale.

Giovinazzo

Al borgo antico si accede dalla Piazza Costantinopoli e vi si incontrano la chiesetta dello Spirito Santo; la Torre Sagarriga (XIII sec.); il Palazzo Donnanno (XIV sec.) e la Casa Firlocco; la Cattedrale di S.M. Assunta; l’Arco delle Ombre. Tra i principali eventi di questo Borgo vi sono: il Rock Festival (ultimo weekend di luglio; Il Magico Villaggio di Natale; la Festa di Ognisanti

Giovinazzo
Polignano
Statua di Domenico Modugno

Polignano A Mare

Qui nacque il cantante Domenico Modugno, famoso in tutto il Mondo per la canzone “Volare”.

Il paese poggia su una roccia a strapiombo sul mare Adriatico con tante grotte marine. Storicamente importanti sono il centro storico con i resti della dominazione romana. Il paese ha un’antica storia.

Vi sono tracce di presenza umana del neolitico in una sua frazione. Esso fu per i Romani un’importante via di collegamento con Brindisi. Con i Normanni, che dominarono circa 500 anni, il paese crebbe molto d’importanza. La dominazione angioina la fece cresere ancor di più grazie ai rapporti commerciali con altri centri costieri e con uomini d’affari e mercanti, anche veneziani che, col tempo la presero sotto il proprio dominio per vent’anni.

Oggi la sua economia è principalmente quella turistico-ricettiva.

Rutigliano

È un Comune di 19.000 abitanti posta nel sud-est della città metropolitana di Bari.

Nel 2010 è stata fregiata del titolo di “Città d’arte” per il suo inestimabile patrimonio storico-artistico-architettonico. II nucleo antico si svolge intorno ad un’alta e poderosa torre normanna costruita tra il IX e l’XI sec., nonché alla chiesa Matrice di S. Maria della Colonna dell’inizio del XII sec.

Questo paese è famoso in tutt’Italia anche per la produzione dei suoi fischietti in terracotta (a cui è stato dedicato anche un museo) e per la coltivazione di un’ottima uva.

Rutigliano
Festa del grano buono
Ruvo di Puglia
Terlizzi

Terlizzi

È un centro agricolo con un dedalo delle viuzze delimitate, in destra e sinistra, da antiche case in pietra che risaltano l’atmosfera medievale di questo Comune. Sul finire del 1500 esso contava circa 5 mila abitanti.

Ovviamente ora ve ne sono molti di più. Verso sera, in ogni stagione, molto viva è l’animazione per le strade. Da vedere il portale dell’antica chiesa di Anseramo da Trani; la Torre Normanna con Orologio; Chiesa di Santa Maria di Sovereto; Stupenda la storica biblioteca comunale; numerosi i locali dove mangiare e organizzati per la movida.

Confrontare

Enter your keyword