Su che cosa ha puntato Palermo per diventare Capitale italiana della cultura 2018? In primis sulla sua posizione strategica e sulla lunga storia, che ne fa da secoli una delle capitali del Mediterraneo: Palermo è da sempre una città mosaico, espressione delle diverse culture europee che dialogano con il mondo arabo.

Tappa imprescindibile in città è Il teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia, uno dei più grandi d’Europa, terzo per ordine di grandezza architettonica. Per la realizzazione del Teatro fu bandito un concorso aperto ad architetti italiani e stranieri.
La scadenza era fissata al 9 settembre 1866, data poi prorogata di sei mesi per via della terza guerra d’indipendenza affrontata in quel periodo. La giuria formulò la graduatoria dei primi cinque premiati, conferendo il primo premio a Giovan Battista Filippo Basile, noto architetto palermitano.

Non solo Arte e Cultura, il Teatro nasconde numerosi misteri e leggende.
Una di queste è quella della “Monachella” , una suora della casa di Sant’Agata\, la cui tomba sarebbe stata profanata durante i lavori di costruzione.
Si dice che il suo fantasma vaghi ancora per il teatro.

 

[slider_recent_items title=”Scegli una delle nostre strutture a Palermo” type=”properties” category_ids=”” action_ids=”” city_ids=”96″ area_ids=”” number=”3″ show_featured_only=”no”][/slider_recent_items]

 

 

 

Download document

Enter your email before downloading this document

Confrontare